Domande frequenti

Elenco di risposte alle domande più frequenti raccolte dalle richieste di assistenza dei cittadini.

Ufficio Tecnico

Accesso agli atti Edilizia

Per la sua esigenza può presentare richiesta allo sportello oppure in via telematica al protocollo comunale.
Per la presa visione delle pratiche e il ritiro delle copie rivolgersi all’Ufficio Tecnico Comunale, nei seguenti giorni e orari:
lunedì – mercoledì - venerdì dalle 10:00 alle 12:00
Si suggerisce di prendere appuntamento.

Servizi Demografici

Carta d'identità

La prenotazione dell'appuntamento si effettua telefonando dal lunedì mattina al sabato mattina, ai seguenti numeri telefonici: 0372-57032 o inviando una mail all’indirizzo: anagrafe@comune.stagnolombardo.cr.it

Se hai smarrito il Pin e il Puk consegnati al momento dell’emissione della carta elettronica è possibile recarsi personalmente allo sportello dell’anagrafe.

Il cittadino, impossibilitato a recarsi presso l'ufficio Anagrafe per ragioni di salute, può richiedere la carta di identità a domicilio. La richiesta deve essere presentata agli uffici anagrafici da persona delegata, restituendo la vecchia carta o l’eventuale denuncia di furto o smarrimento ed una foto formato tessera. Il pagamento deve essere effettuato al momento della richiesta.

Si, per l’emissione della carta di identità è necessaria la presenza del minore (firma al compimento del 12 anno di età) accompagnato dai genitori o, in caso di impedimento di uno dei due, da un genitore con delega dell’altro su apposito modulo e copia del documento di identità del genitore assente.

Tributi e Finanze

IMU

La Corte costituzionale, con la sentenza n. 209 depositata il 13 ottobre 2022 (relatore Luca Antonini), ha dichiarato fondate le questioni che aveva sollevato davanti a sé (ordinanza n. 50/2022). Viene superato il concetto di “nucleo familiare” e l’esenzione per abitazione principale spetta sull’immobile nel quale sono contemporaneamente presenti i due requisiti di residenza anagrafica e dimora abituale del proprietario. Il Comune si riserva la facoltà di verificare la veridicità della dimora abituale.

E’ possibile usufruire dell’esenzione per abitazione principale per entrambi gli immobili se i rispettivi proprietari oltre alla residenza anagrafica vi hanno, effettivamente, anche la dimora abituale. Poiché il doppio requisito è condizione imprescindibile per l’esenzione, il Comune si riserva la facoltà di verificare la veridicità della dimora abituale.

E’ possibile usufruire dell’esenzione per abitazione principale per entrambi gli immobili se i rispettivi proprietari oltre alla residenza anagrafica vi hanno, effettivamente, anche la dimora abituale. Poiché il doppio requisito è condizione imprescindibile per l’esenzione, il Comune si riserva la facoltà di verificare la veridicità della dimora abituale.

Deve pagare l'IMU con aliquota ordinaria (immobile a disposizione). Codice tributo da indicare sul modello F24: 3918.  

Si (Regolamento IMU art. 6, comma 1, lettera f).

No (Regolamento IMU art. 6, comma 1, lettera f).

Quando la casa familiare viene assegnata al genitore affidatario dei figli a seguito di provvedimento del giudice che costituisce ai soli fini dell'applicazione dell'imposta il diritto di abitazione in capo al genitore affidatario stesso (L. 160/2019 art. 1, comma 741, lettera c punto 4)

Se vi sono figli minorenni o maggiorenni ma non economicamente autosufficienti.

SI (circolare MEF 1/DF del 18/03/2020).

Fino a quando non vi sarà la revoca del giudice circa l'assegnazione dell'immobile, il soggetto passivo IMU sarà la sua ex moglie.

No, non devo pagare nulla.

Deve pagare l'IMU con aliquota ordinaria. Non ha i requisiti per usufruire delle agevolazioni per abitazione principale.

Deve pagare l'IMU con aliquota ordinaria. Non ha i requisiti per usufruire delle agevolazioni per abitazione principale.

Il marito al quale è stata assegnata con provvedimento del giudice la casa familiare.

Si, la deve dichiarare come "abitazione principale" indicando nella casella 13 la percentuale di possesso del 100%, barrando la casella "acquisto" (casella 19) ed indicando nel campo 16 quale data di decorrenza quella di omologa del provvedimento di assegnazione della casa. Nel campo "annotazioni" indicherà gli estremi della sentenza.

Per il proprietario che possiede un immobile che intende concedere in uso gratuito, è prevista la riduzione del 50% della base imponibile qualora sussistano contemporaneamente precisi requisiti:

  • grado di parentela tra comodante e comodatario in linea retta entro il 1° grado (genitori-figli);
  • ◦ il comodatario (utilizzatore) deve adibire l'alloggio ad abitazione principale, ossia vi deve dimorare e risiedere anagraficamente;
  • ◦ il comodante (proprietario) deve:
    • ▪ risiedere anagraficamente a Stagno Lombardo;
    • ▪ non deve possedere in tutta Italia, neppure in percentuale, altri immobili ad uso abitativo ad eccezione della propria abitazione principale.
  • entrambi gli immobili, ossia quello concesso in comodato e l'abitazione principale del comodante, non devono appartenere alle categorie catastali di lusso censite a catasto in categoria A1, A8, A9;
  • ◦ il contratto di comodato per l'alloggio e la/le pertinenze (un C/2, un C/6 e un C/7) deve essere registrato presso l'Agenzia delle Entrate.

Non deve presentare alcuna dichiarazione: l'obbligo è stato soppresso dall'art. 3 quater del Dl. 34/2019.

Paga l'IMU applicando l'aliquota ordinaria sul 50% della base imponibile di alloggio (ed eventuali pertinenze); codice tributo da indicare sul modello F24: 3918.

Paga l'IMU con l'aliquota ordinaria sul 25% della base imponibile dell'alloggio (ed eventuali pertinenze se anch'esse sottoposte al vincolo); codice tributo da indicare sul modello F24: 3918. 

Paga l'IMU applicando l'aliquota ordinaria sull'intera base imponibile; codice tributo da indicare sul modello F24: 3918.

Si, sono assimilate all'abitazione principale pur non essendo richiesto il requisito di dimora e residenza anagrafica nell'immobile. L'assimilazione all'abitazione principale si applica in ogni caso ad un solo immobile nel territorio italiano a condizione che non sia locato (Legge 160/2019 art. 1 comma 741 lettera c) punto 5).

Deve pagare l'IMU con detrazione di € 200,00 poiché trattasi di immobile di lusso. Codice tributo da indicare nel modello F24: 3912.

No, l'equiparazione vale solo per i soggetti indicati nella norma (militari, vigili del fuoco, etc.). Quindi lei, per la sua quota di proprietà, non pagherà nulla. Sua moglie, sulla sua quota di proprietà, pagherà l'IMU con l'aliquota ordinaria.

Deve presentare la dichiarazione IMU entro il 30/06 dell'anno successivo a quello in cui si possiedono i requisiti. Nella dichiarazione alla voce "Caratteristiche" deve indicare 5 "abitazione principale". Nelle annotazioni deve scrivere: "l'immobile possiede le caratteristiche ed i requisiti richiesti dalla lettera c) punto 5 comma 741, art. 1 L. 160/2019" (L. 160/2019 art. 1 comma 769).

Sono esclusivamente gli immobili classificati nelle categorie: C/2 magazzini e locali di deposito, cantine mansarde e soffitte; C/6 stalle, scuderie, rimesse, autorimesse, box auto, posto auto; C/7 tettoie chiuse o aperte (Legge 160/1019 art. 1 comma 741 lettera b)..

No, ne posso considerare solo uno per categoria catastale: un box (C/6), una cantina (C/2) e una tettoia (C/7) (Regolamento IMU art. 6 comma 2).

No, non è possibile.

Deve pagare l'IMU con aliquota ordinaria.

No, la detrazione viene divisa a metà (L.160/2019 art. 1 comma 749).

La detrazione viene suddivisa tra i proprietari che risiedono anagraficamente e dimorano abitualmente nell'immobile indipendentemente dalla percentuale di possesso. Deve essere rapportata al periodo in cui sussiste la destinazione d'uso ad abitazione principale (L.160/2019 art. 1 comma 749).

Si, deve versare l'IMU per i 10 mesi di possesso dell'immobile. Il versamento dovrà essere effettuato metà in acconto e conguagliato con il saldo (L.160/2019 art. 1 comma 761).

Verserà l'IMU come immobile a disposizione per 5 mesi (febbraio-giugno). Dal 1° luglio sarà considerata abitazione principale e quindi, essendo in categoria da A/2 ad A/7 non dovrà versare nulla.

Il pagamento dell'imposta può essere effettuato:

  • entro il 16 giugno - acconto o unica soluzione;
  • entro il 16 dicembre - saldo.
Per quanto riguarda le scadenze fiscali che cadono di sabato l'art. 6 comma 8, del D.L. 330/94 confermato dall'art. 18 del D.Lgs 241/97 stabilisce che se il termine di pagamento cade di sabato o di giorno festivo, il versamento è considerato tempestivo se effettuato il primo giorno lavorativo successivo.

No, l'art. 1 comma 380 della Legge 24/12/2012 n. 228 (Legge di stabilità anno 2013) ha soppresso la quota stato per tutti gli immobili tranne che per gli immobili classificati nel gruppo catastale D.

Con il modello F24, con il modello F24 semplificato.

€ 12,00 per anno. Tale importo è riferito all'imposta complessivamente dovuta con riferimento a tutti gli immobili situati in Stagno Lombardo.

No, l'imposta è dovuta in autoliquidazione, ovvero deve essere calcolata dal contribuente.

I codici tributo sono indicati nella risoluzione 29 E del 29 maggio 2020 dell'Agenzia delle Entrate.

Deve essere indicato unitamente all'importo dovuto per l'abitazione principale con il codice tributo 3912

I935

La casella "ACC"

La casella "SALDO"

Il numero degli immobili per i quali verso l'imposta

0101

0101

L'anno di imposta cui si riferisce il pagamento.

Nella colonna "IMPORTI A DEBITO VERSATI"

Si, il pagamento deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo. Se uguale a 49 centesimi l'arrotondamento va effettuato per difetto (art. 1, comma 166, L. 27.12.2006, n. 296;

No, l'arrotondamento deve essere effettuato su ciascun rigo del modello F24 utilizzato.

Può compensare al momento del saldo. Se l'importo versato supera l'imposta annua dovuta può chiedere il rimborso entro 5 anni dalla data di versamento.

Deve presentare istanza di autotutela chiedendo la correzione da codice fiscale errato a codice fiscale corretto. Nell'istanza sono indicate le modalità di inoltro. Occorre allegare la fotocopia della carta d'identità di entrambi i soggetti coinvolti.

Ai sensi della Risoluzione n. 2/DF del 13 dicembre 2012 del Ministero dell'Economia e delle Finanze l'intermediario che ha commesso l'errore è tenuto a correggerlo. Pertanto dovrà recarsi presso la banca/ufficio postale presso il quale aveva pagato l'F24 e chiedere la correzione.

No. Il notaio, all'atto del rogito, è tenuto a compilare il M.U.I. (modello unico informatico) e ad inviarlo telematicamente all'Agenzia delle Entrate che provvederà all'annotazione nei registri immobiliari e alla voltura catastale. Il Comune acquisirà le informazioni dall'Agenzia delle Entrate per cui non è richiesta la presentazione di alcuna dichiarazione.

No, in tal caso dovrà presentare una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà.

Si, deve presentarla.

Si la deve presentare.

No, non la deve presentare. L'ufficio presso il quale è presentata la dichiarazione di successione trasmette copia a ciascun comune nel cui territorio sono ubicati gli immobili (art. 15 comma 2 L. 383/2001).

Polizia Locale

On line collegandosi al Portale dei pagamenti dell’Unione Lombarda dei Comuni Fluvialis Civitas accedendo all’Area Documentale e poi in PagoPA:

  • • AVVISO DA PAGARE PREDETERMINATO nel caso abbia ricevuto un verbale generato d’ufficio con allegato l’apposito codice di 18 cifre.
  • • PAGAMENTO SPONTANEO in caso di verbali contestati su strada o preavvisi accertata violazione divieto di sosta.

Per i verbali relativi al codice della strada è possibile presentare ricorso al Giudice di Pace di Cremona entro 30 giorni dalla notifica oppure al Prefetto di Cremona entro 60 giorni.
Per altre multe (non del codice della strada) è possibile presentare ricorso entro 30 giorni all'autorità indicata sul verbale.

Per vedere i punti patente accedi al portale dell'Automobilista utilizzando le tue credenziali SPID oppure telefonando al numero 06 45775962.

Puoi inviare i dati del trasgressore attraverso il modulo allegato al verbale compilato e corredato da copia della patente di guida del conducente entro e non oltre 60 giorni dalla notifica del verbale mediante, in alternativa:

  • • Consegna a mano presso gli Uffici che hanno sede nel Municipio di Stagno Lombardo sito in Piazza Roma n. 16 - Stagno Lombardo (CR)
  • • Invio per posta elettronica certificata all'indirizzo @PEC: unione.fluvialis.civitas@pec.regione.lombardia.it
  • • Lettera raccomandata A.R. - indirizzata a:
    UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI FLUVIALIS CIVITAS
    SERVIZIO POLIZIA LOCALE
    Piazza Roma n. 16
    26049 Stagno Lombardo (CR)

Presentando o facendo pervenire all’Ufficio Polizia Locale l’apposito modulo compilato con tua dichiarazione dei redditi od ISEE per presentare la richiesta.

Per visionare la foto del veicolo, l'intestatario del verbale ne deve fare richiesta presso l’Ufficio Polizia Locale.

Per ricevere copia della foto del veicolo ne deve fare richiesta presso l’Ufficio Polizia Locale.

Ufficio Tecnico

Rifiuti

Il frigorifero è considerato un RAEE (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) come lavatrici, congelatori, asciugatrici, lavastoviglie, forni elettrici, forni a microonde, radiatori elettrici, ventilatori, tv e monitor.
Per questi RAEE ingombranti si può richiedere il ritiro gratuito a domicilio da parte dei dipendenti comunali (il servizio a domicilio è solo per le utenze domestiche).
È possibile anche conferirli direttamente al Centro di raccolta comunale.

Sono spazi a disposizione di tutti i cittadini dove vengono raccolti i rifiuti che, per natura o dimensione, non possono essere raccolti porta a porta.
Le stazioni ecologiche non sostituiscono, ma integrano, la funzione dei contenitori e sacchi distribuiti agli utenti.
I rifiuti raccolti vengono recuperati, riciclati e smaltiti.

Scuola

La domanda di iscrizione può essere presentata all’Istituto Comprensivo Cremona Uno nel mese di gennaio di ogni anno. Tutte le informazioni e relativa modulistica vengono fornite durante la riunione di presentazione presso il Palazzo Comunale, che si tiene nel mese di dicembre di ogni anno. In caso di assenza dei genitori, la modulistica può essere ritirata presso lo Sportello del Comune.

La domanda di iscrizione può essere effettuata dai genitori degli alunni che dovranno frequentare il PRIMO ANNO della scuola PRIMARIA, SECONDARIA DI PRIMO GRADO o SECONDARIA DI SECONDO GRADO nel mese di gennaio (ogni anno le date variano, andrà pertanto tenuto monitorato il sito di seguito riportato) collegandosi al sito https://www.miur.gov.it/-/iscrizioni-online.

E’ possibile presentare domanda come non residenti. La domanda viene accolta e inserita nella graduatoria dei non residenti, che avranno possibilità di accedere alle scuole comunali successivamente ai bambini residenti.

Le scuole comunali del comune offrono il servizio mensa, trasporto (garantito per gli alunni residenti nel Comune, in base alle esigenze maggioritarie per gli alunni residenti nei Comuni limitrofi) pre scuola indicativamente dalle ore 07,30 e post scuola indicativamente fino alle ore 17,30 (gli orari subiscono variazioni non sostanziali ogni anno scolastico in base alle esigenze espresse dai genitori).

Il genitore esercente la potestà genitoriale, il genitore affidatario.

L’iscrizione ai servizi scolastici va effettuata collegandosi al sito https://iscrizioni.stagnolombardo.dedalo.top dal 02 maggio al 10 settembre di ogni anno.

L’iscrizione può essere effettuata in corso d’anno ma andrà presentata direttamente all’Ufficio Segreteria inviando una e-mail all’indirizzo protocollo@comune.stagnolombardo.cr.it indicando i dati del genitore richiedente, i dati dell’alunno, la scuola e la classe frequentate, il servizio che si intende richiedere per il proprio figlio e da quando.

In caso di ritiro anticipato dal servizio è necessario comunicare disdetta per iscritto all’Ufficio Segreteria inviando una e-mail all’indirizzo protocollo@comune.stagnolombardo.cr.it indicando i dati del genitore richiedente, i dati dell’alunno, la scuola e la classe frequentate, il servizio che si intende disdire e da quando.

Il pagamento dei servizi scolastici va effettuato collegandosi al sito: https://genitori.stagnolombardo.dedalo.top , scaricando il bollettino PagoPa o effettuando il versamento direttamente dall’area dedicata. Il versamento del servizio pre e post scuola va effettuato in un’unica soluzione per tutto l’anno scolastico; tutte le rette del trasporto vengono caricate all’inizio dell’anno pertanto il genitore può scegliere quante rate pagare per volta; per il servizio mensa il bollettino viene caricato mensilmente e può essere pagato entro la data indicata sullo stesso.

Servizi Demografici

La prenotazione dell'appuntamento si effettua contattando il numero telefonico 0372-57032 interno 2.

La dichiarazione può essere resa solo dal responsabile della convivenza anagrafica.

Dal 15 novembre 2021 puoi scaricare e stampare il certificato anagrafico o l’autocertificazione (gratuita) per te e i tuoi familiari dal portale del Ministero dell'Interno ANPR (anagrafe nazionale popolazione residente), accedendo con la tua identità digitale. Il certificato scaricato dal portale del Ministero è esente bollo solo se ricorrono i requisiti, come accade allo sportello comunale.

Il testo della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà non può contenere dichiarazioni aventi valore negoziale (es. manifestazioni di intenti, accettazioni di volontà, rinunce, contratti, scritture private ecc.) e tanto meno concretizzare una procura, in questi casi ci si deve rivolgere ad un notaio.

In caso di smarrimento o esaurimento della tessera elettorale è possibile richiedere un duplicato presso gli sportelli anagrafici, compilando l’apposito modulo ed allegando copia del documento di identità.

Tributi e Finanze

TARI

L’avviso di pagamento TARI per l’anno in corso verrà recapitata al domicilio nel mese di aprile. Per chi ha comunicato il proprio indirizzo di posta elettronica, l’avviso verrà inviato via e-mail.

Nella sezione TRIBUTI presente sul sito del comune è previsto

  • - il "Modulo di denuncia inizio/variazione occupazione” per l’attivazione della tassa rifiuti
  • - il "Modulo di richiesta contenitori rifiuti differenziata per abitazioni" (qualora non presenti nell’abitazione o irrimediabilmente danneggiati – in tal caso andranno resi)
Il Servizio Tributi provvede ad aggiornare la posizione, chiudendo l’utenza della casa vecchia e attivando la casa nuova (nel caso di trasferimento all’interno del Comune). Se si proviene da un altro Comune, il Servizio Tributi iscrive la nuova utenza, mentre per le vecchie occorre rivolgersi al Comune di provenienza.

Occorre inviare al Servizio Tributi:

  • il "Modulo di denuncia inizio/variazione occupazione” (in caso di acquisto)
  • il "Modulo di richiesta contenitori rifiuti differenziata per abitazioni" (in caso di acquisto, qualora non presenti nell’abitazione o irrimediabilmente danneggiati – in tal caso andranno resi)
  • il “Modulo di denuncia cessazione occupazione” (in caso di vendita)
  • il certificato di compravendita rilasciato dal notaio il giorno della compravendita, all’indirizzo e-e-mail: protocollo@comune.stagnolombardo.cr.it. Il Servizio Tributi provvede ad aggiornare la posizione tributaria.

Occorre inviare al Servizio Tributi

  • il "Modulo di denuncia inizio/variazione occupazione”
  • il "Modulo di richiesta contenitori rifiuti differenziata per abitazioni" (qualora non presenti nell’abitazione o irrimediabilmente danneggiati – in tal caso andranno resi)
unitamente al contratto di locazione, all’indirizzo e-mail: protocollo@comune.stagnolombardo.cr.it. Il Servizio Tributi provvede ad aggiornare la posizione tributaria.

Occorre inviare al Servizio Tributi il “Modulo di denuncia cessazione occupazione”, unitamente alla disdetta del contratto di locazione inviata al proprietario, all’indirizzo e-mail: protocollo@comune.stagnolombardo.cr.it. Il Servizio Tributi provvede ad aggiornare la posizione tributaria.

Nulla. Il Servizio Tributi provvede in automatico ad aggiornare il numero occupanti. Il tributo rimane/viene intestato al coniuge superstite o altro familiare convivente maggiorenne. In caso di deceduto senza conviventi, gli eredi diretti dovranno far pervenire al Servizio Tributi

  • a) nel caso in cui vengano mantenute attive le utenze e/o ammobiliata l’abitazione
    • ◦ il "Modulo di denuncia inizio/variazione occupazione” con i dati dell’erede che intende intestarsi il tributo TARI
    • ◦ il "Modulo comunicazione numero occupanti non residenti" con l’autodichiarazione del numero di componenti dello stato di famiglia dell’erede intestatario TARI; in caso lo stesso non venga presentato verrà applicato Il Regolamento Comunale al fine di determinare la percentuale variabile che compone la tassazione TARI
  • b) nel caso in cui vengano cessate le utenze e/o tolto il mobilio essenziale per l’abitabilità
    • ◦ il "Modulo di denuncia cessazione occupazione"
    • ◦ modulistica comprovante la cessazione delle utenze

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.

Leggi di più sui cookie Informazioni sulla Privacy

Consenso fornito in data: id:

Informazioni sulla Privacy Leggi di più sui cookie
Tecnici Marketing Statistiche Preferenze Altro

Dettagli cookie presenti su questo sito web

Al momento non utilizziamo cookie del tipo: Preferenze, Statistiche, Marketing, Altro